Grosseto : donato un nuovo ecografo per il servizio 118 . Iniziativa nata dalla raccolta fondi organizzata dalla Pro Loco di Grosseto con il contributo di Banca Tema

L’unità 118 di Grosseto da oggi ha un nuovo ecografo utile per gestire le emergenze sanitarie. Questa mattina si è svolta la cerimonia di consegna dell’apparecchio presso il Dipartimento Emergenza Urgenza dell’Ospedale Misericordia di Grosseto. La donazione è il frutto di una raccolta fondi durante una cena di beneficienza organizzata dalla Pro Loco di Grosseto nel mese di gennaio scorso, a cui hanno partecipato moltissimi cittadini grossetani e Banca Tema, che ha contribuito alla serata con una donazione specifica. In questo modo la Pro Loco ha potuto acquistare lo strumento che oggi è stato donato al servizio 118 di Grosseto. “Grazie alla Pro Loco di Grosseto, nella persona del presidente Andrea Bramerini, a Banca Tema, nelle persone del presidente Francesco Carri e del direttore generale Fabio Becherini e a tutti i cittadini  che si sono dimostrati così sensibili a queste problematiche, è stata donata oggi una sonda wireless Modello Q7 Ultrasound System al Servizio di Emergenza urgenza Territoriale 118 della Provincia di Grosseto – ha dichiarato Stefano Barbadori, direttore della U.O.C. Elisoccorso ed Emergenza Territoriale 118 –. L’ecografo è diventato, ormai, uno strumento indispensabile per un corretto inquadramento diagnostico anche sul territorio, fornendo un validissimo ausilio al sanitario che interviene direttamente sul luogo dell’incidente o a casa del paziente per indirizzare correttamente lo stesso paziente verso l’ospedale più adeguato alle sue necessità”.“La nostra associazione promuove il territorio e le sue attività, ma è fondamentale prendersi cura anche delle persone che fanno parte della nostra comunità – ha aggiunto il presidente della Pro Loco Andrea Bramerini – La raccolta fondi è nata con l’intenzione di operare per il bene comune, acquistando un apparecchio che potesse essere utile per tutti in caso di necessità e siamo molto soddisfatti del successo dell’iniziativa e del risultato raggiunto. Un risultato che ci fa percepire in modo concreto il senso di comunità”.“I servizi svolti dall’unità di emergenza sono indispensabili per la nostra comunità – afferma il presidente di Banca Tema Francesco Carri –. I medici e i volontari sono impegnati ogni giorno in operazioni di soccorso e di sostegno sanitario a chi ha bisogno di cure. Il primo intervento è spesso fondamentale per salvare la vita ai pazienti e noi, in quanto Banca di credito cooperativo locale, abbiamo il dovere di sostenere queste iniziative che in modo concreto operano per il bene comune dell’intera collettività”.