Marciano della Chiana : il fascino della musica antica veste il Festival delle Musiche

La musica antica, la storia di un territorio, l’umanesimo e la corte. Il Festival delle Musiche torna con la IX edizione del festival Suoni dalla Torre a Marciano della Chiana ad alzare il volume sulle origini della nostra cultura musicale grazie alla rinnovata collaborazione tra Officine della Cultura e l’Accademia d’Arti Antiche Resonars di Assisi. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero con prenotazione del posto. Venerdì 30 luglio, alle ore 21:15 presso la Torre, sarà l’Ensemble Anonima Frottolisti ad inaugurare il fine settimana musicale con la presentazione del disco “Di corte in corte” (ed. Tactus), tentativo da parte dell’ensemble umbro di dar vita ad un’istantanea dell’Umanesimo musicale di corte, dividendo il percorso in cinque quadri: della Corte e del Potere, dell’Amore, della Festa, Danzasi come ovvero della Danza, della Fede. Gli interpreti: KateřinaGannudi(arpa e voce), Luca Piccioni (liuto e voce), Simone Marcelli (claviciterium, organo portativo, voce), Emiliano Finucci (voce, viola da braccio), Mauro Presazzi(voce), Massimiliano Dragoni (dulcimelo e percussioni antiche), Alessio Nalli (flauti, bombarda, ceccola), Luigi Germini (trombone rinascimentale), Saverio Zacchei (trombone rinascimentale).  Sabato 31 luglio, sempre alle ore 21:15, ospite della Torre sarà uno dei principali interpreti internazionali del repertorio per liuto, Fabio Accurso, protagonista del concerto dal titolo “L’invenzione della fantasia. Musica per liuto dal Rinascimento italiano”, panoramica musicale sul repertorio per liuto composto nel XVI secolo.