Montepulciano: il M5S rivendica  la paternità del “Superbonus” e del “Sismabonus” al 110%  che aiuterà le imprese , soprattutto quelle dell’edilizia, e i cittadini a risollevarsi

Di Monica Paglicci

Il M5S rivendica  la paternità del “Superbonus” e del “Sismabonus” al 110%  che aiuterà le imprese , soprattutto quello dell’edilizia, e i cittadini a risollevarsi. Lo ha fatto in un convegno svoltosi a Montepulciano su iniziativa dei grillini poliziani guidati dal consigliere comunale Mauro Bianchi e di quelli chiusini. Convegno durante il quale sono stati approfonditi i temi grazie anche agli interventi del deputato  Luca Migliorino  della Commissione Antimafia e di quella Finanza e del Sen. Gianluca Ferrara, Capogruppo in Commissione Esteri . Ha moderato il dibattito  Mauro Bianchi Consigliere Comunale M5S a Montepulciano.  Tutto parte dai decreti ministeriali relativi al Superbonus al 110%  che sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale.  Ora si potrà accedere al SuperBonus e al SismaBonus ed il settore dell’edilizia potrà uscire dal periodo di crisi che sicuramente anche il periodo di Lockdown  ha contribuito a creare. I pentastellati  sono infatti convinti che con il prossimo  anno sicuramente questo decreto aiuterà i cittadini e le imprese a risollevarsi. Come è stato spiegato i i due decreti del Mise definiscono i requisiti tecnici per accedere alle agevolazioni fiscali e la modulistica con le relative modalità di trasmissione delle asseverazioni. In particolare, il cosiddetto decreto prezzi definisce le modalità di calcolo dei costo giudicati congrui per accedere al super ecobonus. Per ottenere l’agevolazione è necessario che i lavori rispettino tre requisiti:
1) che apportino un miglioramento di almeno due classi energetiche; 2) che rispettino i tetti di spesa previsti dal decreto rilancio per le singole tipologie di lavori; 3) che le opere siano realizzati con materiali che rispettino la normativa tecnica e che il loro prezzo sia in linea con quello di mercato. In proposito  il Sen. Ferrara  ha sottolineato  che questo decreto” è un successo per legittimare la forza politica del M5S.Molte fake news trasmesse dalle altre forze politiche volevano indebolire la  riforma su questa agevolazione fiscale e sull’attuazione dei due decreti . Non c’è da anticipare nessun costo nemmeno quelli  preparativi  dei lavori . Basta la maggioranza dell’Assemblea di condominio per deliberare; un terzo è sufficiente. E puoi sommare il Super Bonus 110% con il  Sismabonus dove si applica l’aliquota del 110%”. Oltre a una serie di dettagli tecnici  i lavori devono garantire all’edificio  un miglioramento di almeno due classi energetiche per dare diritto al Superbonus 110%. Un altro fatto importante è che il Superbonus 110% e il Sismabonus valgono anche per la seconda casa. Parlando con centritalianews.it il sen.Ferrara  ha rivendicato “ la paternità al M5S delle questioni della  tutela dell’ambiente.Come spesso fa il M5S è costante nel portare avanti le battaglie per il cittadino, ne è un esempio- ha aggiunto – il Reddito di Cittadinanza.Senza il RdC, in un periodo come quello colpito dalla pandemia, ci sarebbero state molte e molte tensioni sociali.E poi altri temi importanti e questioni urgenti…come quella degli inceneritori”. Dopo alcuni accenni alla politica estera che “sta facendo passi da gigante” anche grazie al Ministro  Luigi Di Maio , il sen. Ferrara si è soffermato sul servizio pubblico della RAI  che va “liberato”dall’influenza politica.  Poi anche l’on.  Luca Migliorino ha definito “importante il Superbonus 110% e il Sismabonus: porterà vantaggi sia alle imprese che ai committenti dei lavori.  Questo può essere considerato un volano per una ripresa del settore edilizio, già parecchio in sofferenza ancora prima della pandemia. Se questo sistema funzionerà sarà poi applicato ad altri settori che stanno richiedendo il Superbonus 110%.”  Ma come funziona lo sconto fattura e cessione del credito?  “Usare il bonus- ha spiegato Migliorino –  come detrazione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi non è l’unica possibilità. Ce ne sono altre due:lo sconto fattura al 100% dei costi sostenuti si ottiene cedendo il proprio bonus alla ditta o all’artigiano che otterrà un credito d’imposta pari al 110% del costo del lavoro e potrà a sua volta cederlo a banche o a intermediari finanziari come le Poste; oppure la cessione del credito d’imposta, in alternativa lo stesso contribuente che ha diritto al bonus può scegliere di cederlo a una banca , a un intermediario finanziario o solo nel caso del Sismabonus a un’assicurazione. I vantaggi saranno per tutti e questo dovrebbe stroncare il sistema dei pagamenti “in nero”. Nel dibattito è intervenuta anche Roberta Mazzetti, in qualità  di tecnica del settore Amministrativo ed Edilizio, che ha illustrato alcuni passaggi fondamentali per superare alcuni problemi tecnici. A conclusione l’on. Luca Migliorino ha ribadito “ vicinanza del M5S alle problematiche del cittadino e delle imprese, portando idee innovative realizzate”.