Siena : il candidato sindaco Fabio Pacciani  (Polo Civico)ha presentato le proposte alle istanze raccolte dagli abitanti del quartiere Ravacciano

 Progettare un Parco Urbano nella Valle di Ravacciano e sperimentare nel quartiere il primo progetto di ‘Portierato Sociale’ promosso dal Comune a sostegno dei fragili e dei residenti più anziani. Sono queste le due proposte di Fabio Pacciani, candidato sindaco del Polo Civico Siena per il quartiere di Ravacciano presentate ieri, giovedì 10 novembre all’ultimo incontro di Strada per Strada. Pacciani ha inoltre risposto, punto per punto, ai temi sollevati dai cittadini nel precedente incontro con proposte di interventi, progetti e soluzioni di breve e medio periodo.   “Ravacciano ha risposto al nostro appello di ascolto e partecipazione in maniera entusiasta. Sono state circa 100 le persone che hanno partecipato a ‘Strada per Strada’ sollevando problemi legati principalmente al decoro urbano, alla gestione dei rifiuti, alla sosta selvaggia e alla sicurezza stradale per veicoli e pedoni. A questi temi nel corso della riunione di ieri abbiamo risposto punto per punto, proponendo alcunesoluzioni di breve e medio periodo che saranno poi inserite nel programma di governo per Siena 2023 – 2028. Abbiamo presentato interventi che riteniamo possibili realizzare e anche fatto delle proposte più importanti che andranno, in caso di vittoria, verificate nella loro fattibilità economica e tecnica”.  “Siena – continua Pacciani – ha bisogno di tornare a sentirsi una comunità e per farlo dobbiamo ripartire dai quartieri e da quelli che sono i luoghi più vissuti dagli abitanti come le aree verdi, i parchi pubblici, le piazze e i luoghi di aggregazione. Nel caso di Ravacciano,i Giardini Montagnani rappresentano una delle aree più frequentate da bambini, anziani e famiglie. Per questo l’impegno che mi prendo è quello di dare avvio a una serie di interventi per rendere questo spazio più fruibile, vivibile e sicuro. Penso a nuovi arredi, nuovi giochi per i più piccoli, alla cura del verde ma soprattutto alla realizzazione di servizi igienici particolarmente richiesti dai più anziani e dalle famiglie. Un altro aspetto che ho preso a cuore è quello delle scale di collegamento tra Ravacciano e Largo Sassetta che necessitano nel breve di una manutenzione ordinaria e nel lungo periodo di un progetto di miglioramento complessivo e di una valutazione sulla riduzione delle pendenze soprattutto per la rampa percorribile con passeggini o sedie a rotelle”.  “Nel quartiere di Ravacciano, per le sue specificità socio demografiche vorremmo sperimentare il primo progetto di Porteriato sociale promosso dal Comune in collaborazione con le associazioni del quartiere. L’obiettivo è quello di individuare nel quartiere un luogo fisico con operatori con formazione specifica dal quale far partire una rete di attività a supporto e sostegno delle attività quotidiane dei più fragili, pratiche burocratiche, piccole commissioni, prenotazioni, accesso ai servizi amministrativi. Una proposta pensata a sostegno dei residenti anziani ma anche come luogo utile per far socializzare gli abitanti del quartiere e far sentire meno sole le persone con qualche capello bianco in più”.Nel corso dell’incontro Fabio Pacciani ha risposto alle questioni sollevate dai cittadini su videosorveglianza, vitalità culturale e commercio ambulante e impatto odorigeno proveniente dalla stazione.