Toscana : la forza delle donne al tempo del Covid ; l’impegno di Forza Italia e Azzurro Donna per un’uguaglianza formale e sostanziale

“Il Covid19 ha ricadute su tutti noi ma ancor di più su coloro che partivano indietro, come le donne. Colpite nell’ambito lavorativo, personale-familiare, financo affettivo”. In tal senso Forza Italia e Azzurro Donna sono da sempre in prima linea e lo hanno confermato con la diretta Facebook promossa nell’ambito di “Marzo Donna”, istituito per rendere omaggio alle donne e per elaborare nuove proposte per aiutare le donne nel lavoro e nella vita. Ampio spazio alle Donne azzurre impegnate nelle amministrazioni locali ai diversi livelli ma anche nel governo centrale. Ad aprire i lavori Rita Pieri in qualità di Coordinatrice Provinciale di Azzurro Donna e organizzatrice dell’incontro. Pieri, insegnate e già Assessore all’Istruzione del Comune di Prato, ha relazionato sulle attività promosse sul territorio a favore delle donne, rilanciate a partire dalla costituzione del coordinamento regionale. Attesissimo l’intervento di Catia Polidori, Deputata e Coordinatrice Nazionale di Azzurro Donna, che ha portato la sua testimonianza diretta ed esperienza personale non solo in ambito politico ma anche professionale. L’On. Polidori ha anche ricordato la proposta di per introdurre aiuti, economici e non solo, per le donne maltrattate. “Loro sì che hanno bisogno di risorse, altro che bonus!” hanno sottolineato in coro le Azzurre. La neo-Sottosegretaria Deborah Bergamini, l’On. Barbara Masini e l’On. Erica Mazzetti hanno raccontato le loro esperienze di Donne impegnate nel lavoro e nella politica, ambiti che un tempo sarebbero stati solo maschili, sottolineando l’impegno di Forza Italia per un’uguaglianza formale ma anche sostanziale. Donne di governo, come Raffaella Bonsangue e Anna Maria Celesti, rispettivamente vicesindaco di Pisa e Pistoia, ma anche attivissime dai banchi dell’opposizione come Chiara Tenerini a Livorno, Roberta Pieraccioni al Quartiere 1 di Firenze, Elisabetta Puccinelli a Lucca e Marianna Baldi a Prato. Una menzione particolare al Senatore Massimo Mallegni unico ospite maschile dell’evento che oltre a un’interpretazione istituzionale della parità di genere e del ruolo della donna nella società, ha raccontato esperienze personali, esponendo un interessante punto di vista riguardo a quello che dovrebbe essere l’approccio degli uomini a certe tematiche di vita quotidiana che dovrebbero non essere categorizzate secondo il genere ma secondo la specificità del caso e l’opportunità del momento.