Toscana : lavori Commissione su infiltrazioni mafiose;  Ceccarelli (Pd) e Scaramelli (Iv), “il dibattito è stato rinviato su richiesta delle opposizioni. A che gioco giochiamo?”

dai capigruppo regionali del Pd e di Italia Viva, Vincenzo Ceccarelli e Stefano Scaramelli, riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione congiunta

«Apprendiamo oggi dalle cronache, non senza sorpresa, che le opposizioni in Consiglio regionale hanno richiesto la convocazione di una seduta speciale dedicata alle risultanze dei lavori della commissione d’inchiesta sulle infiltrazioni mafiose. Se la discussione è stata rinviata, ed è bene chiarirlo, la responsabilità è tutta degli stessi gruppi di opposizione che, alle ore 19 di martedì scorso, a lavori d’aula in corso, hanno chiesto di rinviare il punto e di affrontare, nella prevista seduta serale, gli altri atti all’ordine del giorno. Oggi, quindi, scopriamo che, secondo le opposizioni “non sia più possibile differire ulteriormente il naturale confronto in aula”. A che gioco giochiamo? Se c’è stato il rinvio della discussione è stato solo per una loro legittima richiesta, altro che “cause di forza maggiore”. Noi eravamo pronti! Ancora: se l’argomento a loro avviso meritava una seduta apposita perché non l’hanno fatto presente in sede di conferenza di programmazione lavori dove, invece, hanno sottoscritto un ordine del giorno complessivo che comprendeva anche il dibattito sulla commissione d’inchiesta. Quanto accade, quindi, ci appare solo come un tentativo subdolo di insinuare nel dibattito pubblico dubbi e sospetti sulla nostra volontà di concludere l’iter della commissione».