Toscana :Volterra unica città della regione a concorrere per il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2022

di Tiziano Carradori

Volterra sarà l’unica città della Toscana a continuare a concorrere per il titolo di Capitale italiana della cultura 2022 insieme ad altre nove città della penisola. La notizia è arrivata oggi attraversi una lettera spedita dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.  Il presidente della Regione Eugenio Giani, che ha scelto di tenere tra le sue deleghe quella alla cultura, dichiara al riguardo: “Mi associo alla soddisfazione di tutta la Toscana per questo risultato, Volterra in questa competizione è il baluardo dell’intera Regione. La capitale dell’Etruria ha tenuto il passo dimostrando una grande vitalità culturale e oggi diviene l’espressione di un intero territorio, che grazie al percorso di candidatura può manifestarsi al meglio attraverso una città che diventa essa stessa il simbolo della cultura”.”Provo gioia e orgoglio – gli fa eco l’assessora regionale all’Istruzione, formazione professionale, università e ricerca, lavoro, Alessandra Nardini – per questa notizia. Congratulazioni all’Amministrazione di Volterra, in particolare al sindaco Giacomo Santi e all’assessore alla cultura Dario Danti, nonché a tutte le realtà che hanno contribuito al raggiungimento di questo primo risultato con un impegno intenso e generoso. Adesso avanti, uniti, per arrivare a un obiettivo che, soprattutto dopo una fase difficile come quella che stiamo vivendo, rappresenterebbe una grande occasione per il comparto culturale e per il territorio della meravigliosa Volterra, della provincia di Pisa e di tutta la Toscana”. Anche il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, saluta positivamente  la notizia  assicurando sin da ora “tutto il mio sostegno e, mi auguro, quello dell’intera assemblea toscana”. “Attraverso una mozione – precisa – chiederò un impegno unanime al Consiglio per fare in modo che la candidatura abbia l’appoggio che merita sia da parte nostra sia da parte della giunta”. Se vincesse Volterra, aggiunge Mazzeo, “sarebbe un bellissimo segnale per tutta la nostra regione, oltre che un premio sicuramente meritato per quello che è da sempre un borgo tra i più belli d’Italia” ma anche un modo “per riconoscere il valore della Toscana diffusa, della sua storia, la sua cultura e il suo paesaggio che hanno davvero pochi eguali”.